Teatro Comunale dei Concordi

Il Teatro Comunale dei Concordi, oggi al centro di una ricca programmazione e produzione di spettacoli, gestito dall'Associazione Nuovo Teatro dell'Aglio (tel.0565.38148), viene costruito nel XIX secolo per iniziativa di un gruppo di privati che danno vita all'Accademia dei Concordi e finanziano la struttura. L'inaugurazione Ŕ datata 1867. Il teatro a pianta ellittica, con tre ordini di palchi ed una volta riccamente decorata Ŕ simile a molti altri piccoli teatri toscani dell'epoca e rappresenta un esempio tipico di teatro all'italiana.La facciata di gusto neoclassico si sviluppa su due ordini con tre portali al primo livello decorato con bugne, e tre finestre al secondo livello incastonate tra semplici lesene. Dopo varie vicissitudini e passaggi di proprietÓ fra pubblico e privato,  il teatro chiude i battenti una prima   volta nel 1929, riapre nel 1938 divenendo cinema e viene ristrutturato  nel 1964. Tale  ristrutturazione comporta l'eliminazione del golfo mistico,  la riduzione del palcoscenico, l'aumento del numero dei palchi che diventano 44. Ad un certo punto corre il rischio di essere trasformato in edificio residenziale e finalmente, nel 1974, il Comune decide di acquistarlo affidandone la gestione ad un apposito comitato che se ne occupa fino al 1982 quando il teatro viene chiuso per inagibilitÓ. Ha inizio il percorso per il definitivo restauro e il 21 aprile del 1990 il teatro dei Concordi viene restituito alla cittadinanza con l'aspetto con il quale appare oggi. Il teatro oggi pu˛ ospitare circa 200 spettatori.